Il Rinnovamento Carismatico Cattolico

Having its beginnings from a retreat for college students in 1967, The Catholic Charismatic Renewal has been described as a “chance for the Church” (Pope Paul VI), “a special gift of the Holy Spirit” (Pope John Paul II), and is called to share the “current of grace” which is baptism in the Holy Spirit (Pope Francis). Read about the birth, growth, and objectives of this move of the Holy Spirit and what our recent Popes have said about it as well.

Cos’è il RCC?

“…l’amore di Dio è stato riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato.”  Romani 5, 5

Il Rinnovamento Carismatico Cattolico è nato durante un ritiro degli studenti del College all’Università Duquesne a Pittsburgh, in Pennsylvania, nel Febbraio del 1967. In quel fine settimana gli studenti avevano pregato a lungo chiedendo a Dio di poter sperimentare in maniera nuova la grazia del battesimo e della cresima. Quel giorno fecero una potente esperienza di Dio che cambiò i loro cuori e che divenne nota come ‘Battesimo nello Spirito’.

L’esperienza carismatica ben presto uscì dal college e cominciò a diffondersi nelle parrocchie e nelle altre istituzioni Cattoliche. Si formarono organizzazioni e reti indipendenti. Si cominciarono a tenere conferenze carismatiche cattoliche, che raggiunsero oltre le 30.000 persone al campus di Notre Dame, nel South Bend Indiana, nella metà degli anni ’70.

Il Rinnovamento destò l’attenzione della Chiesa e i responsabili dei movimenti incontrarono Papa Paolo VI nel 1975, e Papa Giovanni Paolo II numerose volte. Inoltre, molte delle conferenze episcopali delle varie nazioni hanno scritto lettere pastorali di incoraggiamento e di supporto ai movimenti.

Il Rinnovamento Carismatico Cattolico non è un singolo movimento unificato a livello mondiale. Non ha un solo fondatore o gruppi di fondatori come hanno altri movimenti. Non ha liste di appartenenza. È una raccolta molto varia di individui, gruppi ed attività. Coinvolge comunità di Alleanza, gruppi di preghiera, piccoli gruppi di comunione di fede, parrocchie rinnovate. Organizza conferenze, ritiri e partecipa a diversi apostolati e ministeri, spesso piuttosto indipendenti l’uno dall’altro, con differenti livelli e metodi di sviluppo.

Tuttavia, tutte queste espressioni condividono la stessa fondamentale esperienza ed abbracciano gli stessi obiettivi generali. L’esperienza comune del Movimento è il “Battesimo dello Spirito Santo”. Per molte persone questa nuova, potente, trasformante effusione dello Spirito Santo avviene nel contesto di un seminario specificatamente concepito, chiamato “Vita nello Spirito”, benché molti vengano “battezzati nello Spirito” fuori dal seminario.

“Noi stiamo vivendo nella Chiesa un momento privilegiato dello Spirito. Si cerca da per tutto di conoscerlo meglio, quale è rivelato dalle Sacre Scritture. Si è felici di porsi sotto la sua mozione. Ci si raccoglie attorno a lui e ci si vuol lasciar guidare da lui.”

Evangelii Nuntiandi, 75

(Siamo spiacenti, ma la sezione seguente non è stata ancora tradotta.)

The Growth of the CCR

The Catholic Charismatic Renewal is currently present in more than 200 countries and has touched the lives of over 120,000,000 Catholics. In some countries the number of participants seems to have diminished in recent years, while in other places the number continue to rise at an amazing rate.

The Five Objectives of the CCR

The deepest identity of the CCR and its essential mission described in the preamble of the ICCRS Statutes, specified in five objectives, as follows:

  • To foster mature and continuous personal conversion to Jesus Christ, our Lord and Saviour.
  • To foster a decisive personal receptivity to the person, presence and the power of the Holy Spirit. These two spiritual graces are often experienced together in what is called in different parts of the world a baptism in the Holy Spirit, or a release of the Holy Spirit, or a renewal of the Holy Spirit. They are most often understood as a personal acceptance of the graces of Christian initiation and as an empowering for personal Christian service in the Church and in the world.
  • To foster the reception and use of the spiritual gifts (charismata) not only in the CCR but also in the broader Church. These gifts, ordinary and extraordinary are abundantly found among laity, religious and clergy. Their proper understanding and use in harmony with other elements of the Church life is a source of strength for Christians on their journey towards holiness and in the carrying out of their mission.
  • To foster the work of evangelization in the power of the Holy Spirit, including the evangelization of the unchurched, the re-evangelization of nominal Christians, the evangelization of culture and social structures. CCR especially promotes sharing in the Church’s mission by proclaiming the Gospel in word and deed, and by bearing witness to Jesus Christ through personal testimony and through those works of faith and justice to which each one is called.
  • To foster the ongoing growth in holiness through the proper integration of these charismatic emphases with the full life of the Church. This is accomplished through participation in a rich sacramental and liturgical life, and appreciation of the tradition of Catholic prayer and spirituality, and ongoing formation in Catholic doctrine. This is guided by the Church’s Magisterium, and participation in the pastoral plan of the Church.

Messaggi dei Papi

Numerose volte i Pontefici, sia Paolo VI che Giovanni Paolo II, si sono espressi a proposito del Rinnovamento Cattolico Carismatico. Qui sotto potrai trovare alcune delle più importanti affermazioni che hanno dato al Rinnovamento luce e forza. L’ICCRS ha pubblicato un libro con tutti i messaggi che questi Pontefici hanno rivolto al RCC: Il libro, “Then Peter stood up…” – Collection of the Popes’ Addresses to the CCR from its origin to the year 2000. Con il libro è allegato un supplemento contenente tutti i discorsi dal 2000 ad oggi.

San Paolo VI, Papa

“Ci rallegriamo con voi, cari amici, del Rinnovamento della vita spirituale che si manifesta oggi nella Chiesa in forme diverse e in vari ambienti. […] In tutto questo noi riconosciamo l’opera misteriosa e nascosta dello Spirito, che è l’anima della Chiesa.”

Discorso del Papa Paolo VI in occasione del Primo Convegno Internazionale dei Responsabili

Grottaferrata • Roma, Italia • 10 ottobre 1973

“Come allora questo ‘rinnovamento spirituale’ potrebbe non essere se non una chance per la Chiesa e per il mondo? E, in questo caso, come potremmo noi non contribuire con ogni mezzo affinché rimanga tale? […] Non vi è nulla di più necessario a questo mondo, sempre più secolarizzato, della testimonianza di tale ‘rinnovamento spirituale’, per cui vediamo lo Spirito Santo operare nelle regioni e negli ambienti più disparati. Le sue manifestazioni sono semplici: profonda comunione delle anime, stretto contatto con Dio in conformità alle promesse del battesimo, la preghiera che è spesso preghiera comunitaria, in cui ciascuno, esprimendosi liberamente, contribuisce a sostenere e incoraggiare la preghiera degli altri, ed è alla base di tutto questo il personale convincimento. La fonte di questo convincimento non è soltanto l’insegnamento ricevuto dalla fede, ma anche da una certa esperienza di vita reale, vale a dire, che, senza Dio l’uomo non può fare nulla, che con lui, al contrario tutto diventa possibile.”

Discorso del Papa Paolo VI al Rinnovamento Carismatico Cattolico in occasione del Secondo Convegno Internazionale dei Responsabili

Roma, Italia • 19 maggio 1975

San Giovanni Paolo II, Papa

“Sono convinto che questo movimento sia un segno della sua azione (dello Spirito Santo). Il mondo ha molto bisogno di quest’azione dello Spirito Santo, e ha bisogno di molti strumenti per questa azione. […] Ora vedo questo movimento, questa attività ovunque.”

Udienza privata del Papa Giovani Paolo II concessa al Consiglio dell'ICCRO

Roma, Italia • 11 dicembre 1979

“Questa mattina ho la gioia di incontrarmi con la vostra assemblea, in cui vedo giovani, adulti, anziani, uomini e donne, solidali nella professione della stessa fede, sorretti dall’anelito di una medesima speranza, stretti insieme dai vincoli di quell’amore che è stato riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci stato dato. A questa ‘effusione dello Spirito’ noi sappiamo di essere debitori di una esperienza sempre più profonda della presenza di Cristo grazie alla quale possiamo ogni giorno crescere nella conoscenza amorosa del Padre. Giustamente, pertanto, il vostro movimento presta particolare attenzione all’azione, misteriosa ma reale, che la terza Persona della Santissima Trinità svolge nella vita del cristiano.”

Prima udienza del Papa Giovanni Paolo II al Rinnovamento italiano

Roma, Italia • 23 novembre 1980

“La prima dimensione del rinnovamento consiste dunque in questo vivere secondo lo Spirito, resistendo alle lusinghe della carne e aprendosi all’attrattiva forte e soave di Dio. Questo rinnovamento interiore, questo risanamento delle radici stesse della vita, questa formazione di una nuova mentalità dominata dalle ragioni dello Spirito è la vostra vocazione, come cristiani, come uomini e donne, giovani e adulti del nostro tempo che vogliono testimoniare e far fiorire nel mondo d’oggi quel modello non solo di spiritualità, ma anche di civiltà che vediamo trasparire dalle norme di vita di san Paolo.”

Discorso del Papa Giovanni Paolo II ai partecipanti alla Convocazione Nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo

Roma, Italia • 15 novembre 1986

Mentre celebrate il venticinquesimo anniversario dell’inizio del Rinnovamento Carismatico Cattolico, mi unisco volentieri a voi nel lodare Dio per i molti frutti che questo ha portato nella vita della Chiesa. L’emergere del Rinnovamento che ha seguito il Concilio Vaticano II è stato un dono speciale dello Spirito Santo alla Chiesa […] In questo momento della Chiesa, il Rinnovamento Carismatico può svolgere un ruolo significativo nel promuovere la tutela della vita cristiana, tanto necessaria in una società in cui secolarizzazione e materialismo hanno indebolito la capacità di molte persone a rispondere allo Spirito e a riconoscere l’appello amorevole di Dio.”

Udienza del Papa Giovanni Paolo II al Consiglio dell'ICCRO

Roma, Italia • 14 marzo 1992

“Come non lodare Dio per l’abbondante frutto che negli ultimi decenni il Rinnovamento nello Spirito ha portato nelle vite di individui e comunità? Molte persone hanno potuto apprezzare l’importanza della Sacra Scrittura per una vita cristiana. Hanno acquisito un nuovo senso del valore della preghiera e un profondo desiderio di santità. Molti si sono riaccostati ai sacramenti. Un gran numero di uomini e donne ha raggiunto una più profonda percezione della propria chiamata battesimale e con ammirevole dedizione si è consacrato alla missione della Chiesa.”

Messaggio del Papa Giovanni Paolo II ai partecipanti al Settimo Incontro Internazionale della Fraternità Cattolica delle Comunità e Associazioni Carismatiche di Alleanza

Roma, Italia • 9 novembre 1996

“Il movimento carismatico cattolico è uno dei tanti frutti del Concilio Vaticano II che, quasi nuova Pentecoste, ha suscitato nella vita della Chiesa una straordinaria fioritura aggregazioni e movimenti, particolarmente sensibili all’azione dello Spirito. Come non rendere grazie per i preziosi frutti spirituali che il Rinnovamento ha generato nella vita della Chiesa e nella vita di tante persone? Quanti fedeli laici — uomini e donne, giovani, adulti e anziani hanno potuto sperimentare nella propria vita la stupefacente potenza dello Spirito e dei suoi doni! Quante persone hanno riscoperto la fede, il gusto della preghiera, la forza e la bellezza della Parola di Dio, traducendo tutto ciò in un generoso servizio alla missione della Chiesa! Quante vite cambiate in profondità! Per tutto questo oggi, insieme a voi, voglio lodare e ringraziare lo Spirito Santo.”

Udienza del Papa Giovanni Paolo II al Comitato Nazionale di Servizio del Rinnovamento nello Spirito Santo

Roma, Italia • 4 aprile 1998

“Non esiste santità senza preghiera, anzi, come vediamo nella vita dei santi, il cristiano vale quanto prega. […] Questo impegna i gruppi e le comunità del Rinnovamento nello Spirito ad essere sempre più luoghi di contemplazione e di lode. dove il cuore dell’uomo si riempie dell’amore di Dio, si apre all’amore del fratello e diventa capace di costruire la storia secondo il disegno divino. Nella Chiesa, casa e scuola di comunione, che deve contrapporsi alla cultura dell’odio e della vendetta, i gruppi e le comunità del Rinnovamento nello Spirito siano luoghi significativi e modelli di fraternità e di amore, di pazienza e di accoglienza reciproca. L’esperienza del perdono e la valorizzazione di ogni dono spirituale aiutino a costruire una convinzione alimentata dal soffio dello Spirito del Signore Risorto.”

Messaggio inviato dal Papa Giovanni Paolo II ai responsabili, ai membri del Comitato Nazionale di Servizio e ai partecipanti alla Ventiquattresima Convocazione Nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo

Rimini, Italia • 28 aprile 2001

“Sì! Il Rinnovamento nello Spirito Santo può considerarsi un dono speciale dello Spirito Santo alla Chiesa in questo nostro tempo. Nato nella Chiesa e per la Chiesa, il vostro è un movimento nel quale, alla luce del Vangelo, si fa esperienza dell’incontro vivo con Gesù, di fedeltà a Dio nella preghiera personale e comunitaria, di ascolto fiducioso della sua Parola, di riscoperta vitale dei sacramenti, ma anche di coraggio nelle prove e di speranza nelle tribolazioni. L’amore per la Chiesa e l’adesione al suo Magistero, in un cammino di maturazione ecclesiale sostenuto da una solida formazione permanente, sono segni eloquenti del vostro impegno per evitare il rischio di assecondare, senza volerlo, un’esperienza solo emozionale del divino, una ricerca smodata dello “straordinario” e un ripiegamento intimistico che rifugge dall’impegno apostolico.”

Udienza del Papa Giovanni Paolo II ai Responsabili del Rinnovamento nello Spirito Santo

Rimini, Italia • 14 marzo 2002

Papa Benedetto XVI

“Oggi vorrei estendere l’invito a tutti: riscopriamo, cari fratelli e sorelle, la bellezza di essere battezzati nello Spirito Santo; riprendiamo coscienza del nostro Battesimo e della nostra Confermazione, sorgenti di grazia sempre attuale.”

Regina Caeli, Solennità di Pentecoste

Piazza San Pietro • Roma, Italia • Domenica, 11 maggio 2008

“Ciò che apprendiamo nel Nuovo Testamento sui carismi, che apparvero come segni visibili della venuta dello Spirito Santo, non è un evento storico del passato, ma realtà sempre viva: è lo stesso divino Spirito, anima della Chiesa, ad agire in essa in ogni epoca, e questi suoi misteriosi ed efficaci interventi si manifestano in questo nostro tempo in maniera provvidenziale. I Movimenti e le Nuove Comunità sono come delle irruzioni dello Spirito Santo nella Chiesa e nella società contemporanea. Possiamo allora ben dire che uno degli elementi e degli aspetti positivi delle Comunità del Rinnovamento Carismatico Cattolico è proprio il rilievo che in esse rivestono i carismi o doni dello Spirito Santo e loro merito è averne richiamato nella Chiesa l’attualità.”

Discorso del Santo Padre Benedetto XVI ai Partecipanti alla XII Conferenza Internazionale della «Catholic Fraternity of Charismatic Covenant Communities and Fellowship»

Aula Paolo VI • Basilica Vaticana • Venerdì, 31 ottobre 2008

“Cari amici del Rinnovamento nello Spirito Santo! Non stancatevi di rivolgervi verso il Cielo: il mondo ha bisogno della preghiera. Servono uomini e donne che sentano l’attrazione del Cielo nella loro vita, che facciano della lode al Signore uno stile di vita nuova. E siate cristiani gioiosi! Vi affido tutti a Maria Santissima, presente nel Cenacolo all’evento della Pentecoste. Perseverate con Lei nell’orazione, camminate guidati dalla luce dello Spirito Santo vivendo e proclamando l’annuncio di Cristo.”

Discorso del Santo Padre Benedetto XVI ai Partecipanti all’Incontro Promosso dal Rinnovamento Nello Spirito Santo

Piazza San Pietro • Roma, Italia • Sabato, 26 maggio 2012

Papa Francesco

“Voi, Rinnovamento Carismatico, avete ricevuto un grande dono dal Signore. Voi siete nati da una volontà dello Spirito Santo come “una corrente di grazia nella Chiesa e per la Chiesa”. Questa è la vostra definizione: una corrente di grazia. […]

Avete ricevuto il grande dono della diversità dei carismi, la diversità che porta all’armonia dello Spirito Santo, al servizio della Chiesa. […]

Il Rinnovamento Carismatico è una grande forza al servizio dell’annuncio del Vangelo, nella gioia dello Spirito Santo. […]

Voi, popolo di Dio, popolo del Rinnovamento Carismatico, state attenti a non perdere la libertà che lo Spirito Santo ci ha donato! […]

Aspetto da voi che condividiate con tutti, nella Chiesa, la grazia del Battesimo nello Spirito Santo (espressione che si legge negli Atti degli Apostoli).” Discorso del Santo Padre Francesco ai Partecipanti alla 37.ma Convocazione Nazionale del Rinnovamento Nello Spirito Santo

Stadio Olimpico • Roma, Italia • 1 giugno 2014

“È stato il Rinnovamento Carismatico che ha ricordato alla Chiesa la necessità e l’importanza della preghiera di lode. Quando si parla di preghiera di lode nella Chiesa vengono in mente i carismatici. Quando ho parlato della preghiera di lode durante una Messa a Santa Marta ho detto che non è solamente la preghiera dei carismatici ma di tutta la Chiesa! È il riconoscimento della signoria di Dio su di noi e sopra tutto il creato espresso nella danza, nella musica e nel canto.”

Discorso del Santo Padre Francesco ai Membri della "Catholic Fraternity Of Charismatic Covenant Communities and Fellowships"

Aula Paolo VI • Basilica Vaticana • Venerdì, 31 ottobre 2014

Share This